Perchè le stelline della minestra hanno i buchi?

 

“Sì, il tempo aiuta… ma lo devi aiutare anche tu, che da solo non fa miracoli!”

“Lo spero. Con te ha funzionato?”

“Non molto. Non è facile, avendo tutti i giorni i suoi occhi davanti i miei!”

“Già… Matteo! È davvero identico in certe espressioni!”

“Già, è come la soap Gli strani scherzi del destino!” dissi tra me e me.

“Cosa?” chiese lui non capendo.

“Niente, niente… ormai mi sembro mia madre!”

Poi non riuscii a trattenermi e gli chiesi del perché di quei messaggi e mi disse che gli si era rotto il tasto 2 del cellulare, e che si dimenticava sempre di andare a comprarne uno nuovo. Sì, era decisamente sempre il solito. Mi salì un groppo in gola nel momento dei saluti. Purtroppo spesso le cose cambiano e bisogna scegliere da che parte stare. Nel loro caso, la mia scelta era obbligata. Non potevo certo scaricare mia sorella, e questo comportava un delicato ma costante allontanamento da lui.

Se la sarebbe cavata, era un ragazzo in gamba. Francesca lo stava facendo soffrire, ma se si lascia perché l’amore finisce non è mai una colpa, e lui lo sapeva.

Lascia un commento