LUCE

Tesa, seduta sulla sua poltrona, rileggeva le pagine da lei scritte poco tempo prima. L’aria fuori era fresca; pensava. Sulla scrivania davanti al muro c’erano fogli sparsi, libri aperti, altri, semichiusi altri ancora chiusi. La polvere, pensava, la farò domani. Nella sua malinconica ma attesa solitudine Laura scriveva. Scriveva sulla vita, cercava un senso, cercava,…

Dettagli