Tutte le pagine di: Carolina De Filippis

Folate

Solo quando gli attimi muteranno in presenza, il vento correrà libero in un’unica direzione.

Aria natalizia

Aria natalizia  camuffa il broncio delle strade -ce la mettono tutta a sorridere luminose-     Mucchi di genti Occhi rapiti Piedi storditi Bambini imbottiti Sogni marciti   Bombe innescate altre esplose che portan alle memorie qualcuno alle glorie   Morti ammazzati I dimenticati Morti per sbaglio Morti con travaglio   Morti decise e quelle indecise Morti normali Morti naturali.   Aria natalizia respiro e sorrido Aria natalizia sospiro e […]

Rubare

Niente hai chiesto a questi occhi e tanto ti ho detto tenendomi nascosta.   Poco vedo. Poco ti vedo. Male mi senti? Male, forse, ma accontenti.   Precisa  e precipitata mai precipitosa la tua quotidiana Sveglia. Non sempre raggiunge l’ora mia ma l’aspetto   perchè sugli orologi miei ti faccio spazio e punto le lancette sul Momento per portarti via:   rubare.

Luci

Si poteva camminare di lato senza inciampare -ma ha scelto l’inconsapevole immobilità del mare- Ci si poteva trovare senza lanterne e luce flebile di luna -ma ha scelto le mattine di sole, niente nuvole e chiari azzurri- Troppi bagliori rendono inerme anche il rosso imponente del fuoco e una poesia irraggiungibile anche alle emozioni in libertà dei poeti.

Atto II

Io, burattinaia di frasi inanimate dietro le quinte del mio palco provo e riprovo le scene in cui interpreto la tua poesia muta