Tutte le pagine di: Carla Parolisi

IL SOGNO

È sera, fuori il buio regna sovrano, la natura dorme, la luna e le stelle osservano in silenzio il riposo del mondo, e si specchiano nel mare, vanitose. E i giovani innamorati, guerrieri della notte, vedendo le stelle farsi belle su quello specchio d’acqua, sognano il proprio futuro. Tu sei rintanato, al sicuro, sotto una coltre di coperte. I tuoi occhi stanchi, mentre percorrono le vie nere delle città bianche […]

LA SPAZZOLA DEL SOLE

Quanto è bello sentirti dormire serena accanto a me! Alle prime luci del sole, faccio finta di dormire ancora e godo dei tuoi lenti risvegli, mentre mi chiedi, pigramente, di prepararti il caffè. Albe felici, baci innamorati dal sapore di buon caffè, delizioso rito trasformato quasi in arte sacra. Ti piace da morire, dopo il caffè, con gli occhi ancor chiusi, sentire le mie mani forti e delicate che pettinano, […]

Materno amore

Luce dei miei occhi, il tuo viso mi sfiora… lo sguardo meravigliato su un mondo a te sconosciuto in questo abbraccio del cuore le tue labbra si schiudono cercano impazienti il seno la tua fonte di vita. In simbiosi restiamo nel nido di materno amore… io e te e il mondo fuori, si sprigiona magia e nell’intesa perfetta io ti lego con invisibili fili. Mi arrivano all’anima mute carezze… sei […]

TEMPO

Ho vissuto giorni che sembravano anni, anni che morivano in giorni. Muti scompaiono in altrettanti minuti i ricordi, battuti dai soli secondi. Giuseppe Tallino Gruppo Facebook Poeti nel Mondo

LUCE E TENEBRE

Luce e tenebre è il nostro sentiero, gloriose esplosioni di tenere aurore, adorabili tempeste di amore innamorato, tra oscure, sapienti nubi, maestre di un contrasto amaro, a volte, come fiele, sapor di un vuoto che grida i nostri assenti nomi, palpiti insostituibili di una sete fatta di sete, una sete che vive solo di inesprimibile amore … Specchio delle mie brame, bambina irrequieta, tempesta che si placa solo all’ardore del […]

La Solitudine del Papavero Rosso

Mi guardo Sono Nero all’ombra del mio ego riflesso sul muro del pianto. Mi vedo Sono Rosso nelle stanze della mia memoria in bilico lungo un fosso profondo. Tra le braccia della Speranza che mi accoglie CADO MI RIALZO E nella Solitudine del Papavero Rosso Ritrovo la compagnia di me stesso. (Danil) © Copyright su immagini e testo Daniela Lotti

IL VELENO DEI SERPENTI

E’ abituata ad avere gli occhi addosso che faccio, mi butto dentro a un fosso adesso che sono solo e lei è vestita di bianco a più non posso alle caviglie, alle caviglie tacchi rossi polpacci sporgenti da giocatrice di pallavolo io la guardo, come sempre faccio lo spione per tirare una conclusione poi la racconto al mare unico confidente che mi capisce non inveisce non mi giudica non suggerisce […]

VIAGGIO NELL'IMMAGINARIO

Nel mio continuo vagare nell’immaginario il tempo è rimosso dalla mente non scandisce più ore, minuti, secondi…non v’è più il giorno ne giunge più la notte è un continuo presente di luce mi intrica l’estasi dei sensi gli occhi si smarriscono in orbite e spirali e prisma di mille colori, le mani sfiorano petali di stelle e bianche scie di via lattea mai silenzio è stato così profondo… mi giungono […]

Aquila

Maestosa è l’Aquila quando vola, nell’ampiezza delle sue ali, racchiude la meraviglia. Regina incontrastata di libertà Sovrana beltà del cielo blu, compagno di vita il vento, che nella sua solitudine l’ama. Danza tra le nuvole, crescente armonia nelle sue ali. @quil@blu59 (Maria Lo Monaco)

I Giardini Incantati- La semplicità delle cose

Sei appena nato non puoi sbagliare. Ecco che lanci il tuo primo vagito. Non hai debiti o sogni. Sei lì, in braccio all’ostetrica. Che urli. Strilli. Non sai bene se di gioia o di dolori. Strilli. Ma non puoi ancora fraintendere. Uccidere. Puoi morire. Si, quello puoi farlo. Ma non puoi offendere o deludere, ancora. Così come il contrario. Non puoi trovarti in mezzo ai pettegolezzi, non puoi essere umiliato. […]