Tutte le pagine di: scritto.io

NESSUN DOLORE NESSUN PRIGIONIERO

Novanta giorni fa eravamo compiuti di sesto senso pensavamo di essere un fuoco nel cesto. Novanta giorni fa, per un soffio, siamo entrati nella stanza degli affitti. Per quanto siamo grati al piccolo sconto per quanto diversamente da qui parcheggio e vivo il necessario e scompaio nel nulla. Senza lo stesso saremmo quaglie abbandonate senza speranza e poche divine certezze. Casomai tu o io o noi avremo tagliato le erbe […]

BIRRA

Penserò di fare più altre sciocchezze. Ne ho fatte talmente troppe da consumare una vita e pure quell’altra. Nuova di zecca. Mica basterà una che s’inventa di fare la puttana a nascondere una notte tanto bianca da essere per sempre dimenticata ? Dammi un’altra birra che mi piace il rumore della schiuma che s’infrange sulle tue labbra dammi ancora da bere che non basti più dammi l’autonomia che sembra notte […]

FIORE

Ma vattene a guardare il mio sorriso scomparire. Assomiglio ad un fiore che dopo, tende a farsi male con le piogge del sole. Il vento non vuole capire.

PER TUTTA LA VITA

Dammi i tuoi capricci lasciami fare con il tempo analizzerò le fonti e gli arrivi scoprirò i percorsi interni le navi e gli oceani. Terrò lontano il desiderio di giudicare tornerò ogni mattina al capezzale di ogni parola le farò rimanere le farò ricredere sapendo che mi hai detto mille volte no. Mille volte non bastano a nessuno, mille volte sono qua, mille volte per tutta la vita.  

ATTESA

Il mio favoloso dramma è in realtà  la speranza dell’attesa.  Niente ostacola meglio la crisi della mia anima dell’attesa,  che, del resto è  la più grande forza innovatrice.

TEMPORALE

Da qui  si vede  la tua colonna  di sudore l’avviso  di un meraviglioso temporale.  A me  la parmigiana   che ci vuoi fare piace  a farmi  male. Del resto senza sorrisi  non so stare. Sale nulla  in cielo ma scende  la pioggia  di quel temporale.

IMPARERÒ QUANDO

Infinite volte sbaglierò per sbagliare quando spaccandomi le palle imparerò quando ? Imparerò  quando santificherò l’ultimo degli errori, brucerò con esso  tanti e tanti eroi, compreso un pezzo di osso serio ma crudo.  Imparerò quando starai qui con me a sbagliare pure tu imparerò quando si spegne la luce e tu accendi la voce  dentro l’acqua e il fiato scompare sotto il fianco  del tuo profilo invernale. Imparerò quando non […]

TI ACCONTENTI DI POCO

Pensa tu che un po’ ci avevo pure creduto, a volte l’ingenuità fa brutti scherzi, a volte essere ingenui è fuoco che a sua volta si brucia per diventare il male profondo di un accidenti che un vento si porta via. Magari fosse facile sapere dove stai, che sembra poi un cielo di colori.

TRISTEZZA

Nulla come la tristezza può soffocarti in gola mica puoi sfuggirne, ti rincorre e si mette  tra le budella e un paio di occhi aperti al cielo, dentro  un vuoto qualunque. Il peggio che puoi fare  è spostarti, dargli riferimenti o peggio ancora mangiare una cosa banale, rimane tutta là.  Anche se, pensandoci bene, quell’orologio  fermo sulle 11 e un cu cù, mi ricorda Mario  vestito con le giubbe di […]