Venerdì Santo di Fausto Maria Martini

«La poesia è sentirsi morire», affermava Martini in Si sbarca a New York, un anno prima di morire, teorizzando così l’identificazione della poesia tanto con la vita, quanto con la morte. Martini  immaginava questa come risposta dell’amico Corazzini alla sua domanda: «Sergio, che cos’è la poesia? È questo sconfinato amore del mondo e della vita?…

Ti meriti un amore

Ti meriti un amore che ti voglia spettinata, con tutto e le ragioni che ti fanno alzare in fretta,con tutto e i demoni che non ti lasciano dormire. Ti meriti un amore che ti faccia sentire sicura, in grado di mangiarsi il mondo quando cammina accanto a te,