Tags archives: poesie-mascitti

CARNEVALE

Debbo capire che grado ho nel  soffrire e se basta una gamba tesa e o un incontro che diventa un carnevale.

AVENIDA

Ho misurato per il lato lungo del fiume la mia ingenuità, avevo appeso sul primo ramo dell'albero la domanda del secolo. Nulla mi avvicinava alla tecnica dell'abbocco ero il s[...]

PESI E FIORI

Mi è chiaro  i pesi diventano reali quando un pezzo di cuore si sfilaccia alle sue estreme  conseguenze. Come  cambiano facilmente le cose, neanche i temporali di Camaguey  [...]

SIERRA MADRE

Cosa pensi di trovare in un fiore che è  pace Divina ? Lo vedi brillare come una cicala impazzita. Poi ti giri  vedi Sierra Madre  tutti tremono  anche dopo  sessanta anni.[...]

APPUNTAMENTO

Gli appuntamenti saltano con una facilità  strepitosa, le chimere si aggiungono alla fila dell'En Canto su Caie Cuba. Si parla del caldo  quello di oggi è da ricordare, neppure [...]

LA LUCE È DI CHI AMA

In quel quarto di ora quello scambio di luce l’amore congela un’idea. Luogo e momento uno zero pensiero. La luce è di chi ama.

ASPETTANDO

Aspettando me del pensiero che ho  di stare sotto la pioggia un tempo matto. Aspettando te per il vociare convinto e distinto di un gallo che rinnova il sole e canta come [...]

DIVERSAMENTE DA QUI

Diversamente da qui estraggo il tappo e butto via il fiocco, l'unica formula che mi rimane addosso. Alla fine del suo uso mi piacerebbe vedere appese la sua carcassa, tra le fo[...]