Raccolti di pietra

Ti ritrovo nei borghi già visitati assaporati e violentati dalle mie conosciute coscienze;   ma ti cerco ancora mentre ti lascio andare.   Non sei ancora raccolto che sazia sei solo un campo che nemmeno le lacrime di fame riesce a versare.   Ma la siccità piena di crepe e d’assenza non strazia ancora…  …

onde

CONTATORE DI ONDE

È bello sapere che il tuo sorriso spacca così volentieri il piacere di consumarlo per il mio garbo. Si dice del destino, del senso che ha di chiudere certi cassetti ed aprire alcune porte. Tu ci credi Yadira ? Mi viene da ridere a sapere che l’odore di ogni donna è diverso, ma la diversità…

SORPRENDIMI

Raccontami storie incantevoli di passione e d’amore dove l’uomo è se stesso ed altro ancora… sorprendimi fammi ancora sognare con nuove e meravigliose emozioni che risplendono il cuore e l’anima pura… abbracciami ogni giorno che passa per attenuare i contrasti e con la comprensione lenire il dolore… conquistami con il sorriso e la dolcezza donandomi…

poesie

CONCILIATORE DI SUONI

Sono sicuro che alle mie poesie, faccio del male eliminando quelle parole che fanno stare bene e poi aggiungo alcune cattive compagnie, loro me lo dicono, ma che ci posso fare, mica sono una poeta ? Infatti, cosa sono io ? Un’arrangiatore nella miniera da picconare un po’ operaio e un po’ ammalato dei rumori…

In questa notte..

E mi accorgo che il tempo non aspetta tempo.. Che d’ogni cosa tutto si perde e d’ogni affetto tutto si sta tralasciando… È una notte che non cela tristezza ma ne sovviene e l’accarezza.. C’è una luna in cielo che non ha egual bellezza se ad ammirarla non v’è che comune gelosia di cotanta impudica…

Scrivo di noi

Scrivo di me, scrivo di noi. Scrivo di un settembre passato. Di un tramonto che se né andato, di attimi infiniti, dove i sogni assopiti si erano svegliati. Scrivo di Te, di ogni tuo sorriso. Scrivo per tenerti ancora qui con me. Di come tutto da quel giorno cambiò. Di come un germoglio fiorì. Di…

colori

TUTTO COME SERVE

Tutto come serve ! Lo ricorda una vecchia preghiera che aspetta di morire in pace con la gioia nel cuore. Invece questi colori sono cibo che esce dalla bocca infuocata di una merla. I colori mi fanno impazzire mettono fuori gioco le saracinesche alle condotte dei cuori. Nulla si controlla i cuori impazziscono da soli.